L’apprendimento diventa “smart”

Il lockdown del marzo scorso ci ha colto tutti di sorpresa. Nessuno si sarebbe mai aspettato che per mesi saremmo stati rinchiusi in casa e avremmo dovuto usufruire di molti servizi solo a distanza.

Nel caso delle lezioni di lingua, ciò era già possibile e relativamente semplice, tenuto conto dei molteplici software per videoconferenze presenti sul mercato. Pertanto, il nostro centro linguistico si è subito attivato per permettere ai propri iscritti di poter proseguire o intraprendere i corsi, nonostante la sospensione della modalità in presenza.

Nell’emergenza del momento ci siamo avvalsi di diversi sistemi, da Skype a Cisco Webex, in modo da soddisfare le singole esigenze e preferenze. Tuttavia, con il perdurare della situazione d’emergenza e la necessità di gestire in modo ottimale i corsi a distanza, abbiamo ritenuto opportuno orientarci verso una vera e propria piattaforma e-learning che permettesse la gestione e condivisione di materiale didattico e risorse tra docente e partecipanti, integrasse le videolezioni e simulasse il più possibile l’esperienza formativa in presenza, magari offrendo dei vantaggi in più.

Grazie alla competenza tecnico-informatica del titolare, la scelta è ricaduta su Moodle: una piattaforma e-learning open source, utilizzata da moltissime università in tutto il mondo e perciò concepita e sviluppata appositamente per soddisfare tutte le esigenze legate alla formazione e all’istruzione.

Quali sono le funzionalità della piattaforma Moodle?

I docenti possono condividere risorse didattiche (testi, esercizi, video, file audio, ecc.), pubblicare informazioni sul corso, creare ed assegnare compiti, quiz, test ed esercitazioni mirate. Gli studenti godono del vantaggio di poter avere tutte le risorse riunite ed ordinate all’interno della piattaforma, accessibili in qualunque momento e da qualunque luogo. Inoltre, vengono avvisati in tempo reale di qualsiasi attività aggiunta o modificata all’interno del loro corso e ricevono le notifiche di promemoria delle videolezioni, grazie all’app scaricabile sul cellulare. Tutte queste funzioni possono essere impiegate sia come supporto della didattica in presenza che di quella a distanza e per questo motivo la piattaforma e-learning è diventata e rimarrà una componente essenziale nello svolgimento dei nostri corsi di lingua attuali e futuri.

Siete scettici sulle videolezioni? Provate Big Blue Button!

Con il software di web conferencing Big Blue Button, integrato nella piattaforma Moodle, l’apprendimento online diventa interattivo, collaborativo e coinvolgente. Il docente dispone, infatti, di svariati strumenti e funzionalità che possono essere condivisi con gli studenti, come ad esempio la lavagna virtuale, la chat e le note. Può, inoltre, condividere il proprio desktop o delle applicazioni, effettuare presentazioni interattive, avviare sondaggi o mostrare video tratti da Youtube.  Nel caso di lezioni collettive, può anche creare più stanze virtuali dove gli studenti svolgono attività di speaking in coppia o piccoli gruppi, con la sua supervisione, proprio come in classe. Insomma, gli stimoli non mancano e di certo non si corre il rischio di annoiarsi con le lezioni online!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Contattaci

Logo Omnes linguae

Grazie per averci contattato vi risponderemo il prima possibile

In questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. i cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi (cookie di profilazione). Noi utilizziamo direttamente i cookie tecnici, ma tu hai la facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statici e di profilazione. Abilitandoli comunque ci aiuterai a offriti una esperienza migliore. Cookie policy